Come mostra un’ottima analisi svolta da Antonio Cocomazzi sul blog SecurityAffairs, il ransomware Zepto è molto simile al ransomware Locky, in termini di comportamento, codice e pagina di richiesta di riscatto in bitcoin. I ricercatori Cisco hanno anche pubblicato una lista di hash rilevata nei primi giorni di diffusione del trojan, per permettere agli amministratori di sistema di impostare dei filtri sugli allegati e ai ricercatori di studiare il fenomeno.

Per entrambi i cryptovirus, Locky e Zepto, al momento non è disponibile alcun decryptor gratuito, non sono state vulnerabilità che permettono quindi di decifrare i file gratuitamente e recuperare i propri dati. Non appena i ricercatori scopriranno come decifrare i file con estensione ZEPTO aggiorneremo il Ransomware Blog.

Subscribe to our mailing list

* indicates required

(C) 2015 Monev Software LLC / JoomlaXTC.

Bakappa.it è una soluzione Pinet Internetworking http://www.pinet.it





Ns. dati contabili e fiscali: Pinet di Finesso Giancarlo - Via emilio Faa' di Bruno 69 - 15121 Alessandria - Tel 0131263767 - P.I. 01166420065 - CF FNSGCR52P02A182Y